domenica 17 ottobre 2010

Festa grande dei bambini e delle famiglie al Pala De Andrè di Ravenna

 

 

 

 

 

 



L'inizio è stato col botto.E' proprio il caso di dirlo.

Un inedito assembramento di buona parte delle offerte didattiche e culturali che il
territorio offre, specialmente ai bambini.

Era questo lo scopo della Festa Grande dei bambini e delle famiglie che si è tenuta al Pala de André il 17 ottobre scorso.

L'evento, organizzato dall'associazione "Il Mosaico" in collaborazione con la Provincia di Ravenna e la "direzione artistica" del Teatro del Drago, aveva un ampio spazio dedicato al sistema dei musei della Provincia di Ravenna, del quale il Planetario di Ravenna fa parte.

Non potevamo quindi non esserci, ma soprattutto non potevamo non proporre
quanto, da qualche anno a questa parte, offriamo ai più piccoli (il target
dichiarato era 3-10 anni).

Raccolte le idee abbiamo proposto un bel lavoro,
fatto l'anno scorso per la scuola elementare Mordani di Ravenna: Galileo e la Luna.

In realtà abbiamo raccontato la Luna dalle prime osservazioni ad occhio nudo fino alla
scoperta dei crateri.

Oriano, Paolo ed io ci siamo suddivisi i compiti....

Si partiva da Parmenide con la dimostrazione della sfericità della Luna,
passando poi ai crateri (nascita ed osservazione), finendo con l'osservazione
ed il paragone tra visione al telescopio e visione ad occhio nudo; tutto
raccontato in un'ora.

Lo stand era 4x4 metri; l'allestimento quindi è stato veloce; pochi fronzoli
perché lo spazio serviva per il laboratorio. L'effetto visivo però non era niente male...anzi.

Alle 10 di mattina apertura delle porte ed alla spicciolata arrivano i primi
curiosi.

Alle 11 i primi prenotati (i laboratori erano gratuiti, ma su prenotazione, a gruppi di 15 bambini per volta).

Un esperienza nuova anche
per noi, in una sorta di piazza a fare i Buskers della Luna.

E i bambini subito si mettono ad ascoltare ad alzare la mano mentre, al di là del tavolo, i genitori (ingresso al laboratorio vietato ai grandi...., mettiamola così) rimangono stupiti nel vederli così attenti e curiosi.

La ressa era attesa nel pomeriggio...previsioni ampiamente rispettate.

Fortunatamente ad
affiancarci nello stand c'erano anche altri soci (Max, Paolo A...e poi
Gianni, Lanfranco...e via) con Giuliano che si è improvvisto vigilie urbano
per deviare il traffico di teste in maniera da non coprire il telescopio.

Tutto è filato liscio e, non per esagerare o per gongolarsi troppo, ma
abbiamo fatto la nostra bella figura!

Luna e stelle hanno ancora il loro fascino.

Risultati?
- Abbiamo fatto contenti un centinaio di bambini con famiglie a seguito;
- Abbiamo collaudato un modo diverso per portare in piazza le nostre attività;
- Ci siamo fatti un bel po' di pubblicità;
- Ci siamo divertiti da matti;
- Abbiamo visto che tantissima gente si prodiga per offrire ai più piccoli
divertimento, cultura ed opportunità...
Speriamo che duri!

Nota stonata della giornata? Eravamo dietro al palco del teatrino...e quindi, per tutto il giorno, volume della musica alle stelle.

A fine giornata la voce
era provata e l'udito pure.... piccolo pegno da pagare per esserci divertiti!

Spero fortemente che questo del 17 ottobre non sia stato solo un episodio
sporadico, ma che questa Festa Grande diventi un appuntamento importante nel calendario della città... le premesse ci sono tutte.

Marco Garoni

Torna all'archivio iniziative