copertina

451: Nuovo Orione

Annata rilegata della rivista, dal numero 44 (gennaio) al numero 547 [54 o 55] (dicembre) 1996.




452: Nuovo Orione

Annata rilegata della rivista, dal numero 56 (gennaio) al numero 67 (dicembre) 1997.

copertina



copertina

453: Nuovo Orione

Annata rilegata della rivista, dal numero 68 (gennaio) al numero 79 (dicembre) 1998.




454: Nuovo Orione

Annata rilegata della rivista, dal numero 80 (gennaio) al numero 91 (dicembre) 1999.

copertina



copertina

455: Nuovo Orione

Annata rilegata della rivista, dal numero 92 (gennaio) al numero 103 (dicembre) 2000.




456: Astronomia
Il libro descrive il nostro universo così come emerge dalle osservazioni più recenti e dalle teorie più aggiornate. John Gribbin, astronomo e divulgatore scientifico di grande livello, ne ha dato conto nel suo “Companion to the Cosmos”. che è alla base di questo volume.
Nell’ampia introduzione, Gribbin presenta in forma sintetica i problemi fondamentali affrontati dall’attuale cosmologia.
La parte alfabetica di questa Enciclopedia dell’Astronomia e della Cosmologia offre una guida rigorosa e chiara, completa e aggiornata, agli oggetti celesti più notevoli, ai concetti fondamentali e ai termini tecnici, agli strumenti e ai maggiori osservatori dei pianeta, ai protagonisti della stona di questa disciplina dall’antica Grecia a oggi, alle più importanti missioni spaziali. Come nelle altre opere della Serie Garzanti, la struttura alfabetica consente un’immediata reperibilità delle informazioni. La fitta rete di rimandi favorisce la possibilità di percorsi di lettura personalizzati.
Nelle schede di approfondimento (i box) vengono affrontate le questioni fondamentali dell’evoluzione dell’universo e gli aspetti ancora problematici delle attuali interpretazioni scientifiche; vi trovano spazio anche episodi cruciali (e per certi aspetti curiosi) della storia dell’astronomia.
In questa edizione, rispetto ali originale inglese, si e dato maggior risalto ad alcuni settori: in primo luogo sono stati inseriti a lemma diversi protagonisti della storia dell’astronomia, soprattutto italiani: in secondo luogo è stato dato maggior spazio alle voci relative a oggetti astronomici (stelle, galassie eccetera) e al lessico tecnico.
copertina



copertina

457: Passeggiando tra le stelle

Queste pagine sono una piccola guida ai sentieri del cielo e al meraviglioso spettacolo che ci offrono.
Lasciando da parte Luna e pianeti, che richiederebbero un discorso a sé, in sei passeggiate andremo a far visita a un centinaio di oggetti astronomici tra i più accessibili e curiosi. Molti sono stelle che possiamo già vedere con il più semplice e insieme il più raffinato e meraviglioso degli strumenti: i nostri occhi.
Un binocolo o un piccolo telescopio riveleranno particolari che all’occhio nudo sfuggono, come il loro colore, il variare della loro luminosità, stelle compagne con cui dividono uno stesso destino segnato dal vincolo della forza gravitazionale. Altri sono oggetti più sfuggenti, che richiedono l’aiuto di uno strumento: nebulose, ammassi stellari aperti, ammassi globulari, galassie.
Perché queste passeggiate siano piacevoli basta avere un minimo di allenamento e una piccola attrezzatura.
L’allenamento consiste nella conoscenza preliminare di qualche costellazione-guida. Basta saperne identificare una per ogni stagione più l’Orsa Maggiore. Partendo da queste costellazioni e seguendo allineamenti immaginari tra le loro stelle, diventa semplice identificare tutte le altre.




458: Gio: Domenico Cassini
uno scienziato del seicento

Tenacia e coerenza di progetto, illuminata ricerca, interpretazione documentata di una vita e di un’età: sono alcuni valori che emergono in quest’opera sul grande Astronomo Gian Domenico Cassini che, dall’umile natale — Perinaldo (Imperia) 1625 — raggiunse, in una successione di eventi personali e umani, vertici sociali e scientifici di scoperta, che accolsero Papi e Sovrani, atenei e consessi di studi internazionali, illustrando e stabilendo leggi di ardite speculazioni matematico - astronomiche. L’autrice, nella sua ininterrotta ricerca, in quest’opera rivela saggezza e chiarezza di espressione, scrittura ordinata, affascinante. In ampi orizzonti culturali ed europei, è centrata la personalità dello scienziato (anche insigne latinista ed umanista), con documentazione di raro interesse a conferma di un iter espositivo disciplinato e coordinato a eventi di risonanza europea. Elementi avvincenti per una lettura che egregiamente si fregia della riproduzione di scritti autografi dell’Astronomo, di documenti accademici e relazioni varie. Si può dire che ogni pagina sia germogliata da un sentimento cristallino per offrire l’immagine di un uomo che vive per la scienza nelle inesauribili manifestazioni della vita. [Maurizio Passerone]

copertina



copertina

459: I Maraldi di Perinaldo

Questo libro vuole essere soltanto un piccolo contributo alla conoscenza di qualcuno dei Maraldi, i più noti; un primo passo per avvicinarsi a questa straordinaria famiglia di scienziati e di militari, per entrare nella loro casa alla ricerca di gesti e parole che non si siano ancora perduti nell’esaurirsi del tempo.
Contiene biografie di: Giovanni Francesco Maraldi (1631-1690) – Giacomo Filippo Maraldi(1665-1729) - Giovanni Domenico Maraldi (1709-1788) – Giacomo Filippo Maraldi(1746-1814) – Giacomo Filippo Maraldi(1793-1870) - Giacomo Filippo Maraldi (1823-1884) – e la - Genealogia dei Cassini e dei Maraldi.




460: Pianeta Marte

“Pianeta Marte” è un “agile” manuale su Marte nel quale il lettore e lo studente possono trovare tutte le notizie indispensabili ad ampliare la propria conoscenza sul Pianeta Rosso.
Il volume comprende retroscena storici, considerazioni osservative, tabelle, caratteristiche dei pianeta e dei satelliti, e approfondimenti quali la presenza di acqua, la possibilità di vita, per poi concludersi con una esposizione di tutte le missioni spaziali passate presenti e future.
Ampio spazio è inoltre dedicato agli “Areografi” dei passato cioè a quegli astronomi, come Schiaparelli, che si dedicarono allo studio del pianeta ed al disegno (areografia) delle sue caratteristiche. Il progetto è aggiornato alle più recenti scoperte fatte dalle “sonde” che attualmente perlustrano il pianeta.
Notevole è il corredo iconografico che può vantare immagini inedite, come alcune fotografie effettuate durante le misteriose missioni spaziali russe “Phobos”.

copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna