copertina 691: Gli UFO
Il libro presenta le opinioni delle maggiori autorità del campo e le testimonianze di chi è stato protagonista di avventure che hanno dell’incredibile. Non si tratta di una ricerca a senso unico, con una tesi preconcetta da dimostrare, ma di un’entusiasmante girandola di ipotesi e scoperte che danno al lettore tutte le possibili soluzioni del mistero dei dischi volanti. Probabilmente fra esse c’è anche l’ipotesi esatta, quella che può fornirci la chiave di uno dei più grandi enigmi dei nostri tempi. Che cosa sono i dischi volanti, chi li pilota, da dove vengono? A questi interrogativi il libro non solo dà una risposta, ma esprime la grande controversia, l’avvincente dibattito che vede opporsi, senza esclusione di colpi, famosi scienziati, giornalisti, testimoni oculari, “contattisti” ed esperti di fama internazionale.
Questa, insomma, è la storia della ricerca ufologica raccontata dal di dentro, da chi la vive giorno per giorno come esperienza personale e ad essa dedica tutte le sue energie. Il lettore avrà così modo di capire i problemi che gli esperti devono affrontare, condividere le loro stesse ansie, parteggiare per un’idea o per l’altra: perché, nel nostro misterioso universo, l’interrogativo rappresentato dagli UFO può ancora risvegliare tutta la potenza del meraviglioso, dell’insolito, dell’inspiegabile. La stesura del volume è stata curata da Jay David, uno dei più noti studiosi e scrittori americani sul tema dei dischi volanti, che in questa occasione ha raccolto i contributi di famose personalità come George Adamski, Otto Binder, Richard Hall, Jim e Coral Lorenzen.



692: Viviamo da cinque secondi

I notevoli risultati conseguiti è l’evoluzione tumultuosa verificatasi in tutti i campi della scienza e della tecnica nascondono in sé il pericolo che l’uomo valuti in modo errato la propria posizione nell’universo. Oggi che già s’avventura alla conquista delle stelle, dimentica troppo facilmente d’essere una particella minuscola nel poderoso giuoco di forze del creato, un anello d’una lunga catena.
Questa nuova opera della collana dei “Massimi” dà un’immagine complessiva, oggettiva e chiara delia nascita, dei moti e delle incredibili dimensioni dell’universo. V’inserisce il nostro pianeta Terra, ne illustra l’origine e l’evoluzione dei mondo vegetale e animale. Assegna all’uomo, quale creatura più eminente, il posto particolare che gli spetta, mostrando di quali prestazioni fisiche, intellettuali e morali sia capace. Infine questo libro chiarisce quali enormi energie siano racchiuse negli atomi, le più piccole componenti dell’universo, e quale incalcolabile importanza abbia la loro utilizzazione ai fini produttivi per l’umanità.
Accanto ai testi informativi assai precisi e di agevole comprensione un rilievo particolare va dato alle numerose pagine illustrate in bicromia ed alle tavole fuori testo. Esse conferiscono al libro una sua impronta particolare, facendone un dono prezioso per tutti gli amanti della scienza ed uno strumento di aggiornamento e di ricerca particolarmente ricco.




copertina 693: Einstein e il problema dell'universo



694: I pianeti e le stelle copertina



copertina

695: Astronomia oggi

Questo libro offre una sintesi dello stato attuale dell’astronomia, con particolare attenzione a quegli aspetti che, negli ultimi venti anni, ne hanno determinata la rapida evoluzione. L’interlocutore non è lo specialista, e quindi l’esposizione è piana e accessibile a chi non possiede approfondite conoscenze di fisica e matematica. Per facilitare al massimo la comprensione, il testo è accompagnato da numerosissimi schemi che semplificano e chiariscono anche i problemi più complessi. Accanto all’osservazione delle tavole, l’autore consiglia l’osservazione della volta celeste, attuabile con l’aiuto di semplici strumenti: è sorprendente la quantità d’informazioni che si ottengono con l’aiuto di un modesto cannocchiale e di una semplice macchina fotografica! Oltre ai disegni, nel volume sono contenute numerose fotografie, scelte per offrire l’immagine di quei fenomeni astrali la cui osservazione ha portato ai più consistenti progressi dell’astrofisica moderna.
Una simile impostazione, divulgativa ma ricca e articolata, rende il libro adatto a soddisfare le esigenze dei più diversi interlocutori: dal neofito all’astrofilo esperto, dallo studente all’insegnante, da chi è incline alla speculazione teorica a chi chiede a un testo scientifico soprattutto gli strumenti necessari alla ricerca empirica.




696: Guida alle stelle

L’astronomia degli ultimi anni ha fatto passi da gigante “verso” le stelle. Qualsiasi libro sulle stelle è oggi “invecchiato”: questo, invece, è nuovo. E questo, per di più si rivolge a lettori che, si suppone, non siano pratici di astronomia stellare, di astrofisica, di metodi di ricerca, per cui è chiaro a tutti. Stelle doppie e stelle variabili, “novae” e “supernovae”, fino alle misteriose “pulsar” e “quasar”, tutto è trattato: vi accorgerete che ogni stella è diversa da un’altra, che ognuna ha la sua storia da raccontare, e sarete introdotti in un suggestivo mondo da fantascienza: solo che questa è pura verità.

copertina



copertina

697: Il sistema solare

La storia del sistema solare è ancora tutta da raccontare: la sua origine è avvolta nel mistero e la sua evoluzione è in parte soltanto immaginata.
Tuttavia, da quando Galileo puntò il suo cannocchiale nel cielo, le nostre conoscenze sono andate rapidamente aumentando e gli ultimi quindici anni di esplorazione spaziale ci hanno addirittura fornito tali e tante informazioni “ravvicinate” da permettere il rapido espandersi di una nuova disciplina: la planetologia comparata. Per ricostruire il comune passato dei corpi del sistema solare è, infatti, della massima utilità confrontare tra loro le conoscenze finora acquisite anche perché, se fino a oggi abbiamo visto che non esistono due pianeti uguali, abbiamo però constatato che corpi con caratteristiche fisiche diverse possono essere passati attraverso le medesime vicende.
I ventisei articoli raccolti in questo nuovo volume di “Letture” rappresentano un’occasione unica per conoscere nella maniera più approfondita possibile il “nostro” sistema solare. L’importanza degli autori e l’eccezionale documentazione fotografica ne fanno inoltre un indispensabile strumento di studio e un’interessante testimonianza dello stato attuale delle ricerche.




698: Il volto dei pianeti

Può un libro di astronomia riservare delle sorprese? Stupire, colpire la fantasia? Oggi, sì. Lo spazio vicino alla Terra è stato esplorato dagli uomini e dalle sonde, dalla radio e dalla televisione, e da mille strumenti modernissimi e sofisticati. Mercurio, Venere, Marte, Giove sono stati visitati da apparecchiature trasmittenti. I pianeti più lontani sono stati osservati con mezzi nuovi. Scrivere sui pianeti alla soglia degli anni 80 significa rivelare fatti prima sconosciuti, fatti sorprendenti, che ci illuminano sulla natura strana e meravigliosa di quei mondi. Ci sarà la vita? Non è escluso, e questo libro si dilunga anche su quest’appassionante questione.
Questo è il volume più aggiornato sulla conoscenza del nostro sistema solare. Un libro di attualità, che parla anche dei futuri programmi spaziali.

copertina



copertina

699: La teoria della relatività

Una raccolta di saggi einsteiniani in cui si viene delineando, come un’autentica revisione della struttura dell’Universo, il passaggio dalla teoria della Relatività ristretta a quella della Relatività generale. La grande scoperta einsteiniana non apriva alla scienza soltanto una prospettiva speculativa e astratta, ma un orizzonte di concreta ricerca e di sperimentazione verso nuove, rivoluzionarie realizzazioni.




700: I buchi neri
In questo libro, il professor Taylor cerca di spiegare con linguaggio accessibile anche al profano che cosa sono i Buchi Neri e quali conseguenze comportino per il genere umano. I Buchi Neri vengono a formarsi quando una stella di massa considerevole ha esaurito tutto il suo “combustibile” e conseguentemente non può che ripiegare su se stessa, attraendo ogni forma di luce emessa nella sua direzione e impedendone per sempre la riemissione.
Molto probabilmente i cieli sono disseminati di queste singolarità spaziali, ma anche la presenza di una sola di esse porterebbe un duro colpo alle aspirazioni future di tutta l’umanità. Ogni oggetto, qualsiasi sia la sua distanza da un Buco Nero, è destinato, infatti, a essere inesorabilmente fagocitato per incontrare poi la morte una volta raggiunto il centro; è ciò rappresenterebbe la fine di tutta l’umanità e dell’intero universo.
L’autore non si limita soltanto a indagare in modo molto avvincente in un campo della scienza non ancora esplorato a fondo, ma cerca anche di offrirci una visione problematica dell’avvenire del nostro pianeta.
Non è ancora necessariamente il momento di stilare il testamento dell’umanità, ma è indispensabile cominciare fin d’ora a tenerci pronti per qualsiasi eventualità.
copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna