copertina 101: Sky & Telescope
volume 79 - 1990/1



102: Sky & Telescope
volume 80 - 1990/2
copertina



copertina

103: Appunti di ottica astronomica

L’autore ha preso l’iniziativa di scrivere un volume per riunire un complesso di notizie particolarmente interessanti per gli astronomi e soprattutto per i giovani che si dedicano all’osservazione del firmamento.
L’idea è ottima, perché sul cannocchiale esiste una letteratura molto vasta, ma le informazioni che interessano gli astronomi sono disperse in una miriade di opere generali, sarebbe utile che fossero riunite e liberate da tante altre notizie che per questa categoria di lettori hanno un interesse quasi trascurabile. L’iniziativa del Ferioli incontrerà certamente il favore della categoria cui è destinata, alla quale si aggiungerà certamente anche quella degli astrofili e anche quella di molti utenti di questo strumento, il quale è stato il più responsabile della grande rivoluzione scientifica del XVII dell’era volgare.
Dalle aberrazioni alla diffrazione, dal potere risolutivo al controllo con il reticolo il testo aiuta comprendere i parametri che creano le diversità dei prezzi degli strumenti osservativi.




copertina
104: Dal Big Bang ai buchi neri.
Breve storia del tempo

Che cosa sappiamo sull'universo, e come lo sappiamo? Da dove è venuto, e dove sta andando? L'universo ebbe un inizio e, in tal caso cosa c'era prima? Il tempo avrà mai una fine?" Con questi quesiti Stephen Hawking ci introduce in una straordinaria avventura: un'emozionante cavalcata nel tempo. L'espansione dell'universo, il principio di indeterminazione, le particelle elementari e le forze della natura, l'origine e la sorte dell'universo, l'unificazione della fisica sono le grandi tappe di questo viaggio indimenticabile. Ma oltre a riassumere le conoscenze tradizionali Hawking illustra le ultime teorie sulla fisica dei buchi neri, il principio antropico, la teoria dell'universo inflazionario, l'universo contenuto in una bolla.
Leggere oggi un libro di astrofisica del 1987 è come fare la raccolta di figurine dei calciatori del medesimo anno: ci si sente soli, esposti al pubblico ludibrio e ci si trova a chiedersi che senso abbia... ma forse perché non si ricorda che gol faceva Vialli in quegli anni e quanto sia bravo come divulgatore Stephen Hawking!
Il libro è un piccolo compendio di tutto ciò che la fisica ha detto sul nostro universo, sia nel microcosmo (fisica quantistica) che nel macrocosmo (teoria della relatività), dal big bang al futuro dell'universo, passando per il principio di indeterminazione, le teorie sul tempo, le quattro forze fondamentale e la ricerca di una teoria che le riunisca. Completano l'opera tre brevissime monografie su tre delle personalità, Galileo, Newton ed Einstein, che hanno dato maggior contributo alla fisica moderna.
Come già anticipato, in questo testo mancano gli sviluppi degli ultimi ventiquattro anni di ricerche e, probabilmente, l'unico motivo per cui è stato ristampato è cavalcare l'onda del più recente “Il grande disegno”, tuttavia questo è un testo che realmente riesce a coniugare esattezza scientifica e semplicità di esposizione, per quanto l'argomento lo consenta, ma, soprattutto, lo stile di Hawking è perfetto nel coniugare il rigore scientifico con una piccola dose di sana ironia, l'argomentazione scientifica con un tocco di filosofia, la storia della scienza con un pizzico di aneddotica. Il tutto con una sola formula (E=mc2) in oltre duecento pagine.
Peccato che questa edizione presenti un indice analitico, ma non una bibliografia per eventuali approfondimenti e che la traduzione dall'inglese è tutt'altro che impeccabile (ad esempio nel testo la radiazione di fondo è indicata come fondo di radiazione e la teoria delle stringhe come teoria delle corde, termini corretti, ma sicuramente meno familiari al lettore), cose che forse non ne fanno un testo adatto ai neofiti, ma tra i volumi del genere questo breve saggio resta una delle letture più gradevoli che io ricordi. [ Diego]




copertina

105: La misura del tempo nel tempo
dall'obelisco al cesio

Un volume che affronta in maniera approfondita l'evoluzione della misurazuione del tempo.
Che cosa è il tempo? – Primi misuratori del tempo - I primi orologi meccanici – Lo scappamento – Gli
orologi elettrici - Gli orologi a diapason - Il silicio, il quarzo, i cristalli liquidi – Gli orologi a quarzo e misura di tempi brevissimi con distruzione parziale di un campo elettrostatico oppure con l’ausilio di celle fotoelettriche - Controllo degli orologi - La misura dei tempo al servizio dello sport – Il carbonio 14, il potassio 40, la termoluminescenza, l’albero senza fine, la lichenometria.




106: Quando il cielo non aveva nome

Il volume curato con competenza e con professionalità da Guido Cossard, Presidente dell’Associazione Valdostana Scienze Astronomiche, è dedicato alle problematiche connesse all’archeoastronomia, scienza che studia le conoscenze astronomiche dei popoli antichi.
La ricerca svolta è estremamente utile e contribuisce a diffondere anche nella Valle d’Aosta una più completa conoscenza di questa importante disciplina e può contribuire ad inculcare nell’opinione pubblica una sincera passione per le scienze astronomiche.

copertina



copertina 107: Sky & Telescope
volume 81 - 1991/1



108: Sky & Telescope
volume 82 - 1991/2
copertina



copertina

109: Coelum
vol. XLVII

Annata rilegata della rivista, dal numero 1-2 (gennaio-febbraio) al numero 11-12 (novembre-dicembre) 1979.




110: Coelum
vol. XLVIII

Annata rilegata della rivista, dal numero 1-2 (gennaio-febbraio) al numero 11-12 (novembre-dicembre) 1980.

copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna