copertina 401: Annata 1981 de “L'Astronomia”, rilegata



402: Annata 1983 de “L'Astronomia”, rilegata copertina



copertina 403: Annata 1984 de “L'Astronomia”, rilegata



404: Annata 1985 de “L'Astronomia”, rilegata copertina



copertina 405: Annata 1999 de “L'Astronomia”, rilegata



406: Annata 2000 de “L'Astronomia”, rilegata copertina



copertina 407: Annata 2001 de “L'Astronomia”, rilegata



408: Almanacco astronomico per l'anno 2002 (Planetario di Ravenna)

Oltre alle tavole con le effemeridi del Sole, della Luna e dei pianeti del sistema solare il volume contiene una serie di articoli:
- “Un solo universo o molti universi” (2000) di Marco Marchetti;
- “Il Teatro comunale di Ravenna nel secolo XIX” (1902) di Primo Gironi;
- “La vicende del terribile Ancilla” di Franco Gàbici.

copertina



copertina 409: Gli accessori dei Telescopi

Come molte altre apparecchiature moderne, anche i telescopi fanno parte di un “sistema aperto”; ovvero . sono in grado di adattarsi a svariate situazioni, a patto però d essere dotati delle parti idonee a svolgere questi compiti.
Rispetto al passato gli accessori disponibili sono aumentati a dismisura, inoltre è cambiata la filosofia delle case costruttrici, che ora preferiscono offrire un telescopio quasi “nudo”, ma ad un prezzo più interessante piuttosto che uno strumento più completo ma ad un prezzo più impegnativo.
Al primo posto, tra gli accessori da considerare, figurano sicuramente gli oculari. Da ridimensionare è invece l’importanza della cosiddetta lente di Barlow, un sistema negativo che s’inserisce prima del fuoco, allungandolo in modo che a parità d’oculare si abbia un ingrandimento superiore. Come vi sono le Barlow per allungare la focale (in genere la raddoppiano), così vi sono dei sistemi positivi per ridurla. Queste ottiche sono chiamate “riduttori di focale” e il loro scopo è principalmente quello di fornire un’immagine più intensa per scopi fotografici. Oltre a ridurre i tempi di posa, offrono un campo maggiore a parità di formato della pellicola.
Praticamente indispensabili quasi come gli oculari sono i cercatori, dispositivi che si presentano quasi sempre sotto forma di piccoli cannocchiali e che si montano parallelamente al tubo principale.



410: La conquista delle stelle
Mentre gli Sputnik russi e gli Explorer americani girano intorno alla Terra e mentre lo studio degli spazi interplanetari procede a passi da gigante, ci è sembrato opportuno offrire al grande pubblico un libro che delineasse il lungo e faticoso cammino percorso dall’umanità nello studio degli astri, dai tempi antichi, quando l’uomo cominciò a levare gli sguardi alla volta stellata e ad osservare il ripetersi regolare dei moto nell’universo, avendo il senso dello spazio e l’angoscia dell’infinito, fino all’odierno sviluppo dell’astrofisica, e alle teorie atomiche e nucleari. Assistiamo in questo libro allo svolgimento della scienza astronomica, di tutti i tempi, rievocata nei documenti che ci sono pervenuti e nella storia dei suoi maggiori artefici. I brani più suggestivi delle opere di scienziati che hanno scritto di Astronomia permettono di assistere, direttamente, ai lavorio che determinò le varie scoperte; e le centinaia di illustrazioni che accompagnano il testo offrono la visione concreta degli uomini, delle opere e dei mezzi tecnici che hanno portato l’Astronomia all’attuale livello. Un glossario che spiega e illustra i termini scientifici e un ampio indice dei nomi completano l’opera e la rendono adatta a soddisfare la curiosità del lettore che, se non è ancora affezionato a questa scienza, vi si appassionerà con sempre più fervido entusiasmo di pagina in pagina.
copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna