copertina 621: Gli enti non commerciali e le onlus
Tutte le problematiche inerenti agli enti non commerciali, in particolare quelli operanti nel settore culturale e spettacolistico: fondazioni liriche, associazioni e fondazioni culturali, Pro-loco, associazioni di contenute dimensioni equiparate alle associazioni sportive dilettantistiche.
Vengono approfonditi i vari aspetti di carattere civilistico e fiscale, sia in ordine all’imposizione diretta che indiretta, nonché la disciplina relativa al settore dello spettacolo e della cultura. Particolare attenzione viene posta sulle specifiche fonti di finanziamento fruibili da parte dei suddetti enti, nonché sulle peculiari procedure di controllo di gestione dei finanziamento concesso da parte dell’ente erogante. È anche esaminata la nuova normativa relativa alle associazioni culturali, alle pro-loco ed alle fondazioni per la gestione dei beni culturali. Tutti i consulenti, in primis i dottori commercialisti ed i ragionieri, saranno particolarmente interessati alla lettura dei testo, che sviluppa quei concetti di natura generale che ben si attagliano anche ad enti non commerciali svolgenti attività diverse da quella culturale e spettacolistica.
Questa edizione è aggiornata con la disciplina dell’impresa sociale (D. Lgs. n. 155/2006) e con le ultime novità 2007 in materia fiscale e tributaria.
Su Cd Rom: riferimenti normativi, giurisprudenziali e di prassi amministrativa.



622: Elsa Morante, l'ultimo romanzo possibile

A sessant’anni dalla sua uscita (1948), “Menzogna e sortilegio”, romanzo archetipo della poetica morantiana, trova finalmente risposta coerente e articolata al grande mistero che da sempre lo accompagna. Amato e odiato dalla critica, è stato oggetto di interpretazioni discordanti: «esercizio di razionalismo raffinato», oppure «autentico prodotto dell’irrazionale»; esempio del «realismo sociale>, oppure viaggio «nel regno onirico della fiaba e dell’inconscio». In molti hanno tentato di decifrare il suo enigma, che ruota intorno a un’ambientazione spazio-temporale dai toni volutamente ambigui, sulla quale «tanti occhi si sono aguzzati [...] come se si trattasse di un rebus» (Garboli). Con stile immediato e incalzante, questo studio accompagna il lettore tra gli archetipi e i simboli di un’opera affascinante e segreta, la cui comprensione getta nuova luce sull’intera produzione artistica di una delle voci più alte dei Novecento europeo.




copertina

623: Breve corso di astronomia

Queste lezioni di astronomia rappresentano un significativo momento del Planetario “al di fuori della cupola”, a testimonianza di una attività che da sempre si esplica a diversi livelli di divulgazione e quindi di apprendimento.
In dieci anni di lavoro, i1 Planetario ha saputo polarizzare l’attenzione e l’interesse non solo delle scuole, ma anche di gruppi e associazioni, che sanno di poter contare su questa nostra struttura scientifica per un ulteriore approfondimento dei temi astronomici. In questo modo il Planetario assolve ai suoi compiti, stimolando da un lato la conoscenza della volta celeste e offrendo al tempo stesso ulteriori occasioni di approfondimento in modo da poter offrire una gamma sempre più ampia e differenziata di proposte.
[Prof. Pier Paolo D’Attorre, Sindaco di Ravenna]




624: L'atlante delle costellazioni copertina



copertina 625: Astronomia: alla scoperta del cielo (6 volumi)



626: copertina



copertina 627:



628: Breve storia di (quasi) tutto

«Mentre ero in volo sul Pacifico e guardavo pigramente dal finestrino l’oceano illuminato dalla luna, mi si presentò alla mente, con una forza piuttosto inquietante, la consapevolezza di non sapere nulla dell’unico pianeta sul quale mi sarebbe mai capitato di vivere.»
Quanto è grande, infatti, il nostro pianeta? Come è fatto? Quali leggi ne governano il moto, la natura e i fenomeni?
Per colmare questa lacuna, Bill Bryson decide di partire per un viaggio molto diverso da quelli che ci ha raccontato nei suoi libri: un viaggio nel mondo del sapere scientifico, per narrarci la storia dell’universo e farci comprendere, senza inutili difficoltà, la teoria della relatività e le sue conseguenze, i segreti del Big Bang, le leggi dell’evoluzionismo, la comparsa dell’uomo sulla terra, la doppia elica dei DNA e molto altro. Con una scrittura sempre ironica, e senza mai rinunciare al gusto dell’aneddoto e della battuta, Bryson ci fa incontrare le personalità che hanno fatto e stanno facendo la storia della scienza, lasciandoci alla fine la sensazione di conoscere meglio il mondo in cui viviamo, ma anche quella, piacevolissima, di avere letto un “romanzo” ricco di sorprese e curiosità.

copertina



copertina 629: Commento astronomico della divina commedia



630: Galileo copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna