copertina

171: Coelum
vol. XLIII

Annata rilegata della rivista, dal numero 1-2 (gennaio-febbraio) al numero 11-12 (novembre-dicembre) 1975.




172: Coelum
vol.XLV

Annata rilegata della rivista, dal numero 1-2 (gennaio-febbraio) al numero 11-12 (novembre-dicembre) 1977.




copertina

173: L'universo in costruzione

Lo sviluppo della cosmologia, come ricerca delle cause fondamentali che hanno determinato l’evoluzione dell’Universo, appare così inestricabilmente legato allo sviluppo delle teorie fondamentali della fisica. Il problema della singolarità, dell’istante zero in cui la temperatura e la densità di materia-energia vanno all’infinito, rimane aperto e non descrivibile dalle leggi note della fisica. La ricerca cosmologica si configura quindi come un’avventura straordinaria ed affascinante dell’intelletto umano nella quale convergono le ricerche nei campi dell’astronomia e delle particelle elementari: l’impresa è formidabile, ma il compenso può essere una comprensione nuova e fondamentale delle leggi che regolano i fenomeni naturali.


174: Cartografia lunare e Atlante fotografico della Luna

Quattro grandi mappe della faccia visibile e
tutta la Luna visibile riprodotta in 22 tavole fotografiche di grande formato, realizzate all’Osservatorio del Pic du Midi, in Francia.
Ogni tavola è affiancata da una mappa, che riporta i nomi dei crateri e delle formazioni visibili nella foto, ed è accompagnata da una..

copertina


copertina

175: Il sole, la stella del giorno

I Sole, la stella dei giorno, ha sempre attirato su di sé l’attenzione degli uomini. L’alternarsi dei giorno e della notte, delle stagioni, il verificarsi, se pur raro per una stessa regione, del terrificante fenomeno delle eclissi di Sole, sicuramente hanno avuto in passato una rilevanza anche maggiore di quanto non abbiano oggi, dato che la vita dell’uomo primitivo era molto più legata della nostra ai ritmi naturali. Per l’uomo primitivo questi ritmi rimanevano misteriose espressioni di enigmatiche e sovrumane intelligenze incombenti, mentre l’uomo moderno ha superato gli ingenui timori ancestrali descrivendo e interpretando i fenomeni ¡n termini di semplici modelli cinematici e dinamici.
Nello stesso periodo in cui, nel XVII e XVIII secolo, in seguito ai definitivo affermarsi dei sistema copernicano e alla mirabile sintesi newtoniana, i fenomeni solari di tipo cinematico perdevano la loro rilevanza nel dibattito culturale, iniziava, in seguito all’impiego dei telescopio, lo studio della costituzione fisica del Sole, studio che ancora oggi è in pieno sviluppo. ....


176: Occhi sull'Universo
tecnologie per studiare le galassie

Una serie di articoli su questo tema: Franco Pacini (Astronomi nello spazio), Isaac Asimov (A caccia di galassie), Marcello Fulchignoni (Robot, i nuovi pionieri), Piero Benvenuti (Uno sguardo), Bruno Marano (Nel passato, Gli occhi sul cielo, Il progetto), Giuseppe Cesare Perola (Columbus, La fucina cosmica), Roberto Fanti (Un osservatorio nello spazio, Melodie lontane), Guido Pizzella (Onde invisibili), Piero Galeotti (La scienza del profondo).

copertina




copertina

177: L'uomo sulla Terra

Settanta spettacolari immagini a colori riprese dal satellite Landsat da un’altezza di più di 1000 chilometri offrono in questo volume una testimonianza unica dei segni lasciati dall’uomo sulla superficie terrestre.
“L’Uomo sulla Terra” mette in luce tutti gli aspetti dell’attività umana così come sono visibili dallo spazio: la ricerca di petrolio e minerali nei desolati ghiacci dell’Artico e nei deserti, la conquista della terra dal mare, la sua coltivazione e il suo sfruttamento, lo sviluppo delle maggiori città, il continuo avanzare da parte dell’uomo verso zone ancora intatte e selvagge. Le immagini rivelano in maniera unica la stretta connessione tra l’uomo e il suo ambiente in tutto il mondo. Offrono una straordinaria prospettiva di geografia globale, permettono di individuare le aree di importanza strategica, ci rendono consapevoli dei limiti delle risorse terrestri. Tutte a colori, elaborate da computer e fornite dalla Earth Satellite Corporation di Washington sono per la maggior parte inedite. Appaiono qui per la prima volta raccolte in un libro che costituisce l’ideale completamento del precedente “La Terra dallo Spazio”. Ogni immagine è accompagnata da una cartina che la situa nel suo contesto geografico e da un esauriente testo interpretativo che ne sottolinea gli elementi più importanti.



178: Il Sole
storia di una stella

Per tre secoli, dopo la scoperta e l’impiego del telescopio, lo studio del Sole si era basato esclusivamente sull’analisi della luce emessa ma la luce non è altro che un tipo particolare di energia elettromagnetica propagantesi per onde: il Sole emette anche altri tipi d radiazioni fra cui radioonde, di fronte alle quali la nostra atmosfera e anche le nubi sono trasparenti, ed altre radiazioni dinanzi a cui la nostra atmosfera è opaca.
Osservazioni radioastronomiche da terra vengono effettuate sin dal 1942 mentre le osservazioni dallo spazio datano dal 1946. I tempi sembrano ora maturi per una sintesi delle informazioni ottenute: è quanto l’autore si è proposto di fare in questo volume in cui vengono descritte, in modo comprensibile anche per un lettore che non abbia una preparazione scientifica, le più attuali concezioni relative al passato ed al futuro del Sole, alla sua struttura, alle caratteristiche delle sue Regioni Attive, alla sua influenza sulla Terra.

copertina




copertina

179: I segreti delle comete


Il grande binocolo gira lentamente sul treppiede. Nel campo visivo sfilano rade stelle che scintillano nel cielo che presso l’orizzonte si sbianca nelle prime luci dell’alba. Gli occhi incollati agli oculari, il senso della vista teso all’estremo, il “cacciatore di comete” è lì da mezz’ora, da quando la sveglia gli ha annunciato l' inizio del crepuscolo astronomico; è questa infatti, insieme a quella crepuscolare della sera, l’ora più propizia per la caccia alle comete, che spesso si palesano all’improvviso in prossimità del Sole che sta per sorgere o che e appena tramontato.
L’esplorazione, metodica, prosegue pazientemente. D’un tratto una fievole nubecola biancastra appena percettibile appare poco sopra l’orizzonte ...



180: Dai mondi lontani

Il testo di questo volumetto è stato redatto dai soci dell’Associazione Astrofili Valdinievole in occasione della presentazione della mostra “Dai
mondi lontani” allo scopo di fornire al visitatore una guida che possa
essere consultata anche come primo manuale di astronomia per chi si
voglia avvicinare alle meraviglie dei cieli.

copertina



*

  home page ARAR Biblioteca   E-mail Il Planetario Il Comune di Ravenna